FVG: aiuti per investimenti produttivi

04 aprile 2023

TEMPISTICA

La domanda di contributo può essere presentata tramite procedura online, previa autenticazione, dalle ore 10 del 16 maggio 2023 alle ore 16.00 del 29 giugno 2023. (Valutazione a graduatoria).

È ammissibile all’istruttoria il progetto di investimento che abbia raggiunto un punteggio minimo sulla base di specifici criteri di valutazione, di cui all’art. 17 del bando.

Il progetto deve essere concluso e la spesa sostenuta e rendicontata entro 12 mesi dal ricevimento del decreto di concessione.

 

 

ATTIVITÀ FINANZIABILI

Sono ammissibili le spese sostenute dopo la presentazione della domanda che utilizzano i mutamenti della tecnologia per ottimizzare e ammodernare i processi produttivi, la capacità produttiva, i modelli organizzativi e di business, le linee di prodotto e di servizi.

A tal fine sono quindi ammessi i progetti concernenti:

a) la realizzazione di sistemi composti da una o più unità di lavoro gestite da apparecchiature elettroniche che governino una o più fasi del ciclo tecnologico (lavorazione, montaggio, manipolazione, controllo, misura, magazzinaggio);

b) la realizzazione di sistemi di automazione e robotica industriale, anche collaborativa, che, tramite l’interazione tra parti meccaniche e dispositivi elettronici, permettono il governo e il controllo di una o più fasi del ciclo produttivo;

c) l’acquisto di sensoristica e attrezzature di controllo dei macchinari e degli impianti per la gestione e tracciabilità dei dati relativi alla produzione, anche a fini predittivi e per la manutenzione e la diagnostica avanzata;

d) l’acquisto di apparecchiature elettroniche nonché sistemi e macchinari gestiti da apparecchiature elettroniche finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale, al miglior utilizzo delle risorse energetiche e/o al miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori;

e) l’acquisto di apparecchiature specialistiche per la fornitura di servizi tecnologicamente avanzati ed informatizzati;

f) l’acquisto di hardware e software per l’utilizzazione delle apparecchiature e dei sistemi suddetti non incorporati nelle apparecchiature e nei sistemi stessi;

g) acquisto e installazione di macchinari, impianti, strumenti, attrezzature e sensoristica, nonché l’eventuale quota capitale dei canoni della locazione finanziaria diretta alla loro acquisizione;

h) acquisto e installazione di hardware e di beni immateriali quali software e licenze d’uso, funzionali all’utilizzo dei beni di cui alla lettera a), nonché l’eventuale quota capitale dei canoni della locazione finanziaria diretta alla loro acquisizione;

i) acquisizione di servizi specialistici e di consulenza tecnologica e informatica per la pianificazione dei processi di ottimizzazione e ammodernamento contemplati dal progetto, nel limite del 30% della spesa ammessa di cui alle lettere g) e h).

 

Non sono ammissibili i progetti che contemplano la mera sostituzione di beni.

 

 

BENEFICIARI

PMI iscritte nel Registro delle imprese e i liberi professionisti, aventi dimensione di PMI e sede operativa nella quale è realizzato il progetto attiva nel territorio regionale.

Possono presentare domanda anche i soggetti che, pur non avendo sede operativa nel territorio regionale, si impegnano, mediante apposita dichiarazione, ad attivarla entro la data di rendicontazione del progetto.

 

 

IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Il limite minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a:

a) 25.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una microimpresa;

b) 37.500 euro, nel caso in cui il richiedente sia una piccola impresa;

c) 50.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una media impresa.

Il limite massimo di aiuto concedibile per domanda è pari a 500.000 euro.

 

Gli aiuti possono essere richiesti osservando tre tipologie di Regolamenti attuativi:

- nel caso di richiesta contributo in osservanza del regolamento (UE) n. 1407/2013 (de minimis), l’intensità massima della spesa ammissibile è pari al 40% del totale;

- nel caso di richiesta contributo in osservanza del regolamento (UE) n. 651/2014 art.14, l’intensità massima della spesa ammissibile è pari al 20% della spesa ammissibile per le piccole imprese e del 10% della spesa ammissibile per le medie imprese, sottoposta a maggiorazione se gli interventi vengono svolti in specifici Comuni;

- nel caso di richiesta contributo in osservanza del regolamento (UE) n. 651/2014 art.18, l’intensità massima della spesa ammissibile è pari al 40% della spesa ammissibile.

 

 

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

I contributi sono concessi entro il termine di 80 giorni dalla data di rendicontazione, che deve avvenire entro 12 mesi dal ricevimento del decreto di concessione.

 

 

DOCUMENTI

a) relazione sulla realizzazione del Progetto, contenente la descrizione degli investimenti effettuati, dei risultati conseguiti e dei tempi di attuazione;

b) elenco dei costi sostenuti per la realizzazione del Progetto, in coerenza con le voci di spesa definite in sede di concessione, riportante la lista dei documenti di spese pagati e l’indicazione per ciascuno di essi dinumero, data di emissione, descrizione della spesa, denominazione del fornitore, data di pagamento, importo e i dati relativi ad altri eventuali aiuti pubblici ottenuti a valere sui costi di cui al documento di spesa;

c) copia dei documenti originali di spesa, costituiti da fatture o, in caso di impossibilità di acquisire le stesse, da documenti contabili aventi forza probatoria equivalente; i giustificativi di spesa devono contenere esplicita descrizione della prestazione eseguita in riferimento al progetto oggetto di aiuto;

d) la documentazione comprovante l’avvenuto pagamento della spesa;

e) una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del beneficiario attestante la corrispondenza agli originali delle copie dei documenti di cui alla lettera c);

f) una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del beneficiario che attesta che le spese rendicontate non riguardano acquisti tra soggetti non indipendenti

8. In caso di documenti di spesa redatti in lingua diversa dall’italiano è necessario allegare la traduzione in lingua italiana.

 

La Camera di commercio competente ha facoltà di chiedere in qualunque momento l’esibizione degli originali dei documenti presentati in sede di rendicontazione.

 

Rimaniamo a disposizione qualora foste interessati al bando di contributo di cui al presente documento e vogliate avvalervi del nostro intervento e supporto.

 

 

Archivio news

 

News dello studio

lug8

08/07/2024

PMI commerciali, turistiche e dei servizi - artigianato

PMI commerciali, turistiche e dei servizi - artigianato

CONTRIBUTI PER IMPRESE COMMERCIALI, TURISTICHE E DEI SERVIZI Localizzate in Azzano Decimo, Chions, Fiume Veneto, Pasiano di Pordenone, Prata di Pordenone, Pravisdomini   TEMPISTICA Le

giu28

28/06/2024

Imprese manifatturiere FVG: incentivi per energie rinnovabili

Imprese manifatturiere FVG: incentivi per energie rinnovabili

TEMPISTICA La domanda di contributo può essere presentata tramite procedura online, previa autenticazione, dalle ore 10 del 1° luglio 2024 alle ore 16.00 del 30 settembre

giu11

11/06/2024

Bando per imprese commerciali, turistiche e dei servizi

Bando per imprese commerciali, turistiche e dei servizi

CONTRIBUTI PER IMPRESE COMMERCIALI, TURISTICHE E DEI SERVIZI Localizzate in Aviano, Cordenons, Fontanafredda, Porcia, Pordenone, Roveredo in Piano, San Quirino e Zoppola   TEMPISTICA Le

News

lug15

15/07/2024

Dichiarazione IVA 2022: pronte le lettere per la promozione dell'adempimento spontaneo

Con provvedimento del 15 luglio 2024. l’Agenzia

lug15

15/07/2024

Riduzione contributiva edili: misura confermata per il 2024

Nel decreto n. 368 del 2024, pubblicato